Arte marziale

Shinkido

Presentazione  (M° K. Kurihara)

Nell’allenamento dell’arte marziale e’ certamente fondamentale acquisire le tecniche di difesa e d’attacco, ma lo scopo dell’arte marziale non e’ tanto l’autodifesa, c’e’ qualcosa di piu’ importante: formare uno spirito incrollabile, che non perde se stesso nei momenti difficili, imparando il modo di controllare la propria mente e poi, senz’altro, fortificare il corpo per fermare la violenza minacciosa.

Il primo e’ il metodo del controllo della mente per sviluppare l’intuizione che afferra velocemente le situazioni; il secondo e’ il metodo del controllo del corpo per rispondere al cambiamento improvviso delle situazioni.

Quindi, per prima cosa i praticanti devono considerare l’autocontrollo a partire dall’auto-osservazione. Cosi’, osservando se stessi da diversi punti di vista si puo’ capire il proprio carattere e comprendere il limite delle parole e delle azioni a seconda delle situazioni. Si deve, cioe’, considerare il proprio modo di essere per non fare male agli altri e, per cosi’ dire, comprendere la linea di confine tra se’ e gli altri, rispettare percio’ le buone maniere anche tra persone intime. Questo vuol dire valorizzare e mettere in rilievo gli altri e anche se stessi. Aiutandosi reciprocamente i praticanti guidano se stessi e gli altri sulla strada della verità di cielo e terra.

In epoca antica, in Giappone, veniva cosi’ insegnato:” la legge di cielo e terra che genera e nutre e’ tutta opera di Dio. Quindi l’intenzione di Dio vive nella mente e nel corpo di ognuno attraverso l’anima. Cosi’, se stesso, nella legge di cielo e terra, e’ figlio di Dio, come modello del cosmo”. Quindi, quello che pensa, dice e il suo movimento (l’azione) devono essere congeniali a Dio. Se intuire la legge di cielo e terra, attraverso gli esercizi, influisce sulla societa’, allora questa stessa legge viene compresa come ‘etichetta’ che ci fa camminare insieme a Dio. Chi intuisce il respiro di Dio dentro di se’, puo’ sentire la spiritualita’ anche nell’altro e comprendere che tutto cio’ che esiste nel cosmo e’ ‘fratello’ e ‘sorella’.

L’uomo ha il dovere di camminare la strada della verita’ per coesistere e prosperare insieme pacificamente e cosi’ partecipa all’opera di Dio per lo sviluppo del cosmo.

Shinkido e’ spiegato dal mondo spirituale come la strada del Ki di Dio della verita’, per questo Shinkido non e’ soltanto l’insegnamento dell’autodifesa o delle tecniche di attacco e difesa e neanche un’arte marziale competitiva ed e’ fondamentalmente diverso da qualunque altro tipo di esercizio arbitrario per conseguire l’illuminazione.

Gli Shinkidoisti, nella legge di cielo e terra, gradualmente cercano di comprendere la figura di se stesso mentre si sintonizza fisicamente, mentalmente e spiritualmente nelle diverse dimensioni con il mondo di divinita’, attraverso i 12 principi degli esercizi dell’arte marziale.

Le arti marziali, nate dalla storia delle battaglie nei tempi in cui l’uomo comprese la relazione tra se stesso e gli altri attraverso l’antagonismo fisico, materiale, devono sublimarsi alla strada che garantisce la coesistenza pacifica e la prosperita’ di tutti nel dono di cielo e terra. In questo senso, gli uomini non devono massacrare, in nome della liberta’ e dell’uguaglianza o lanciando slogan di pace o nel nome di Dio, perche’ l’energia di lotta chiama altra energia di lotta e fa tremare il nostro pianeta terra e ci spinge al suicidio collettivo del genere umano.

Shinkidoisti, ci alleniamo e apriamo la strada della verita’ per invitare il nuovo mondo, dove tutti potranno vivere insieme nella luce di Dio. Pensateci.

2 risposte a “Arte marziale”

    1. Quando sei deluso e pieno di dubbi,
      neppure mille libri di sacre scritture sono sufficienti.
      Quando sei giunto alla comprensione,anche una
      sola parola è di troppo. (FEN-YANG)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.