Viaggiare nella diversità della vita quotidiana

E’ solamente la terza volta che ho la fortuna di partecipare ad uno stage del Maestro Kurihara, e come le prime due volte, l’incontro è stato molto utile ed incisivo. Egli, come un Vero Maestro, tramite lo Shinkido indirizza noi, i suoi allievi, verso una strada che non scinde l’arte marziale dalla vita comune quotidiana, ma le affianca di pari passo, giorno per giornoe ricorda che la pratica costante dedita al miglioramento di entrambe con l’idea della loro correlazione, affina i nostri ben conosciuti 5 sensi mostrandocene addirittura di nuovi. In questo ultimo incontro il Maestro riprende le nozioni degli ultimi stage a cui ho partecipato e spiega che oltre alla comune forza, definita da lui “prima” forza (la classica forza muscolare caratterizzata da contrasto, attrito, forze opposte in competizione), ne esistono altre. Lo Shinkido applica la così nominata “seconda” forza, che si differenzia dalla prima forza per il fatto che non include nessuna delle caratteristiche di quest’ultima, anzi, ne è l’antitesi. In questo caso contrasto, attrito e forze opposte in competizione lasciano il posto rispettivamente ad accettazione, fluidità ed unione.

Puoi leggere tutto l’articolo di Matteo, cliccando qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.